Eventi

19 SET14 ottobre - TORINO CITTÀ CREATIVA: DA ITALIA '61 AL CAMPUS DELLE NAZIONI UNITE

 

14 OTTOBRE  

ORE 10-12.30

il Centro per l'UNESCO vi invita a partecipare alla visita guidata al Campus ONU di Torino.

La visita vi mostrerà la trasformazione dei Padiglioni di Italia ‘61 (1961), che ospitavano la “Mostra delle Regioni”, in strutture che accolgono oggi Organizzazioni delle Nazioni Unite: ITC/ILO, UNICRI, UNSSC, Centro per l’UNESCO di Torino, SIOI.

Una riqualificazione illuminata che ha trasformato questa zona verde e poco conosciuta in un Campus internazionale, in grado di ospitare le eccellenze ONU, sulle rive del Po, immerse in un parco secolare. 

Necessaria la prenotazione, con nome e cognome, all'indirizzo email info@centrounesco.to.it 

Informazioni: info@centrounesco.to.it 011.6936425 

L'evento è organizzato nell’ambito di Torino Design of the City, settimana di incontri, esposizioni e workshop dedicati al design.

 

10 LUGMostra elaborati progettuali Spazi verdi del Borgo Castello del Parco La Mandria

Martedì 11 luglio 2017 alle ore 10.30, presso la sala delle Rondini del Parco La Mandria in Provincia di Torino, si terrà la presentazione degli elaborati progettuali realizzati dagli studenti del Corso di laurea magistrale interateneo in Progettazione delle aree verdi e del paesaggio sugli spazi esterni del Borgo Castello.

Interverranno: Stefania Grella, Direttore Ente di gestione delle aree protette dei Parchi Reali, Roberto Falcone, Sindaco Comune di Venaria Reale, Marco Allasia, Assessore Ambiente Comune Venaria, Francesca Mazzino, Università degli Studi dei Genova, Carlo Tosco, Politecnico di Torino, Marco Devecchi, Università degli Studi di Torino. 

Progetti in mostra: Matteo Alberti, Lorenzo Boggian, Cristina Cassavia, Clarissa Castelli, Raffael Cobelli, Adriana Descalzo, Lorenza Guerrieri, Mattia Morello, Mahboube Najafi, Manfredi Pedone, Jad Mohamad, Roberta Petricola, Beatrice Rivolta, Rosaria Scira, Francesco Tabanelli. 

07 LUGMostra fotografica Filari di luce

Si segnala la mostra fotografica "Filari di luce", organizzata dal Club per l'UNESCO di Vignale Monferrato, che si svolge nell'ambito del Vignale Danza Festival, organizzato dalla Regione Piemonte (7 luglio - 10 settembre 2017) a Vignale Monferrato (AL).

La mostra rappresenta un momento di attività comune tra i Club per l'UNESCO del Piemonte, in raccordo e con il Patrocinio del Centro per l'UNESCO di Torino, per la valorizzazione dei territori inclusi nel 50° sito italiano Patrimonio UNESCO "I Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato".

La mostra, suddivisa in 4 sezioni, espone scatti di Silvano Ghirardo, Alberto Maffiotti e Domenico Rota.

Anteprima della mostra.

 

24 MAGPresentazione progetto Alternanza Scuola Lavoro Landscapefor

Mercoledì 31 maggio, alle ore 15, presso l'Aula Magna dell'Istituto Avogadro (Corso S. Maurizio, 8 - Torino) si terrà la presentazione del progetto di Alternanza Scuola Lavoro di Landscapefor, associazione che collabora con il Centro per l'UNESCO di Torino e con la Federazione Italiana dei Club e Centri per l'UNESCO (FICLU).

150 studenti raccontano il territorio usando Landscapfor Atlas, uno strumento smart per la scoperta e l'accoglienza.

Per maggiori informazioni: www.landscapefor.eu


16 MAG Il Manifesto di Roma e il futuro dell'Europa

Il giorno 16 maggio 2017, due giovani soci del Centro per l’UNESCO di Torino sono stati incaricati di partecipare al Convegno “Il Manifesto di Roma e il futuro dell'Europa”, organizzato dal Centro Studi sul Federalismo e dal Centro Italo-Tedesco per l'eccellenza Europea - Villa Vigoni. L’incontro, che ha avuto luogo presso l’Archivio di Stato di Torino, è stato Coordinato dal Direttore del Centro Studi sul Federalismo Flavio Brugnoli, e si è svolto come segue:

·      Il Dott. Matteo Scotto ed il Prof. Federico Fabbrini, membri del pool di esperti che si sono occupati della sua redazione, hanno illustrato contenuti e finalità del Manifesto di Roma. Il documento, presentato in occasione del 60° anniversario dei Trattati istitutivi della Comunità europea, è stato realizzato su iniziativa di Villa Vigoni e United Europe.

·      L’Amb. Michele Valensise e l’Amb. Pierre Vimont, basandosi sulla loro decennale esperienza in ambito diplomatico, hanno analizzato l’opportunità politica e l’attuabilità legislativa dell’implementazione di quanto proposto nel Manifesto.

·      Infine, il Sottosegretario agli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale Benedetto Della Vedova ha concluso il convegno con le sue riflessioni sul sentimento politico dominante in Italia ed in Europa rispetto al processo di integrazione politico-economica, evidenziando come il nostro paese possa svolgere un ruolo pivotale di raccordo tra i Paesi europei “centrali” e “periferici”, come tramite di dialogo volto ad un’Unione sempre più forte e coesa.

Il Centro per l’UNESCO di Torino ringrazia dunque gli Enti organizzatori e si complimenta per il livello tecnico e la competenza dei relatori presenti.

UNESCO Network News

14 LUGI nuovi Siti Patrimonio dell'Umanità

12 luglio 2017, Cracovia, Polonia: Il Comitato del Patrimonio Mondiale, che si è riunito a Cracovia a partire dal 2 luglio, ha concluso oggi la sua sessione annuale. Il Comitato ha inserito 21 nuovi siti alla Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO e ha allargato i confini di cinque Siti già presenti nella Lista.

I nuovi inserimenti portano a 1.073 il numero totale dei Siti nella Lista del Patrimonio Mondiale.

I nuovi Siti naturali inseriti nella Lista sono sono:

I nuovi Siti Culturali: 

Siti i cui confini sono stati estesi:

Tra i Siti culturali, il quinto dell’elenco - “Opere di difesa veneziane del XVI e XVII secolo",  comprende una parte del territorio italiano e raggruppa 15 complessi di difesa , distribuiti tra Italia, Croazia e Montenegro. La parte di territorio italiana è compresa tra la Lombardia - a ovest e la Costa Adriatica - a est. Per decisione del Comitato del Patrimonio Mondiale, entrano a far parte del Sito UNESCO le opere di difesa presenti a Bergamo, Palmanova, Peschiera del Garda per l'Italia, Zara e Sebenico per la Croazia, Cattaro per il Montenegro. 

Durante il Comitato è stata inoltre approvata l'iscrizione della candidatura italiana alle "Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e di altre regioni d'Europa". Il Sito è un’estensione transnazionale delle foreste primarie di faggi dei Carpazi e  di vecchie foreste  di faggi di Germania (Slovacchia, Ucraina e Germania che si estende su dodici paesi). In seguito all’ultima era glaciale, le foreste di faggi in Europa si sono fortemente estese, nell’arco di mille anni, e  in particolar modo nelle Alpi, nei Carpazi, nel Mediterraneo e nei Pirenei, processo che continua ai giorni nostri. Tale espansione delle foreste di faggio è dovuta alle caratteristiche stesse della pianta che si adatta a diverse condizioni climatiche, geografiche e fisiche.

Con ben 53 siti nella lista del Patrimonio Mondiale l'Italia continua ad essere il paese con il numero maggiore di iscrizioni, seguito dalla Cina con 52 siti

05 GIUGiornata Mondiale dell'Ambiente

Dal 1972, il 5 giungo si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente: un’occasione – per tutti e ovunque – di organizzare migliaia di eventi, dalla pulizia dei quartieri al contrasto dei crimini verso la fauna e al ripristino delle foreste.

Quest’anno il tema scelto è “Connettere le persone alla Natura”: un invito incalzante a uscire di casa, immergersi nella natura appezzandone la bellezza e l’importanza, comprendendo che è necessario prendersi cura della Terra che condividiamo.

Dimostrare la connessione con la natura in modi diversi, divertenti e rispettosi, è una sfida che ci permette di riconoscere il carattere vitale e inevitabile che questa relazione possiede.

Per ottenere più informazioni riguardo al World Environment Day 2017, http//:worldenvironmentday.global/ .

#WorldEnvironmentDay#SustainableDevelopment #SDGs #Agenda2030 #ParisAgreement #ClimateChange #ActOnClimate

#WithNature Respira nella bellezza e ricorda che curando il nostro pianeta, ci curiamo anche noi.

 

"Potrebbe sembrare difficile da credere ora, ma, cinquant’anni fa, si pensava che il modo migliore per proteggere la natura fosse allontanare l’uomo da essa…Oggi, sappiamo che non è così. Sappiamo che più è stretto il rapporto tra le persone e il loro ambiente naturale, più esse sono propense ad apprezzare l’importanza della natura e della sua biodiversità, del patrimonio e delle risorse idriche, per il loro benessere e per il futuro del Pianeta [...]

Le Riserve delle Biosfera UNESCO, i Geoparchi Mondiali UNESCO e i luoghi dichiarati Patrimonio Mondiale, che spesso ricoprono superfici strategiche o risorse idriche sotterranee essenziali, riuniscono più di 2000 siti straordinari in tutto il mondo.  Tutti coinvolgono le popolazioni locali e sono aperti al pubblico, perché sappiamo che questa è la via più sicura per favorire uno sviluppo più inclusivo e sostenibile, rispettoso dei confini del pianeta [...]"

Messaggio di Irina Bokova, Direttore Generale dell’UNESCO, in occasione del World Environment Day, 5 giugno 2017

(http://on.unesco.org/2rAHWji)


19 MAGPREMI INTERNAZIONALI UNESCO PER L'ALFABETIZZAZIONE EDIZIONE 2017

Dal 1967, i Premi internazionali UNESCO per l’Alfabetizzazione premiano l’eccellenza e l’innovazione nel campo dell’alfabetizzazione. Sono stati premiati più di 470 progetti e programmi, avviati da governi, organizzazioni non governative e individui, di tutto il mondo. Attraverso questi premi prestigiosi, l’UNESCO ha l’obiettivo di sostenere pratiche di alfabetizzazione efficaci ed incoraggiare la promozione di società alfabetizzate.

Ogni anno, i premi riguardano un tema specifico. Quest’anno il tema sarà “L’alfabetizzazione nell’era digitale”.

L’UNESCO invita le istituzioni governative e non governative e tutti i soggetti attivi nei campi scientifici, artistici, culturali e della comunicazione, dediti alla promozione dell’alfabetizzazione, a partecipare alla candidatura ai Premi internazionali UNESCO per l’Alfabetizzazione 2017.

La scadenza per l’invio delle candidature è il 14 Giugno 2017.

Potrete inviare le vostre candidature alla Segreteria UNESCO dei Premi internazionali dell’Alfabetizzazione (email: literacyprizes@unesco.org).

Per maggiori informazioni http://en.unesco.org/themes/literacy/prizes 

29 APR3 maggio Giornata Mondiale della libertà di stampa

Il 3 maggio di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale della Libertà di stampa: è l'occasione per valutare il grado di libertà di stampa nel mondo, per difendere i media dagli attacchi alla loro indipendenza e per rendere omaggio a quei giornalisti che hanno perso la vita nell'esercizio della loro professione.

Il tema di quest'anno è "Menti critiche per tempi critici: il ruolo dei media nella promozione di società pacifiche, giuste ed inclusive". E' indispensabile rafforzare il giornalismo libero e di qualità per permettere ai media di contribuire efficacemente al raggiungimento dell'Obiettivo n°16 dell'Agenda 2030 (Società pacifiche ed inclusive). Particolare attenzione sarà dedicata ai legami tra libertà di espressione, giustizia per tutti, legalità ed inclusione.

Per celebrare la Giornata, l'UNESCO e Cartooning for Peace, organizzazione internazionale fondata da Kofi Annan, hanno selezionato 15 vignette, realizzate da fumettisti impegnati, in cui si analizza il grado di libertà di stampa e le numerose sfide che i media e i giornalisti si trovano ad affrontare.

 

Link alla pagina dedicata sul sito dell'UNESCO

CLICCA QUI per leggere il messaggio della Direttrice Generale dell'UNESCO Irina Bokova

28 APR30 aprile Giornata Internazionale del Jazz

Il 30 aprile ricorre la sesta Giornata Internazionale del Jazz. Come ci ricorda la Direttrice Generale dell'UNESCO Irina Bokova, "celebriamo la forma artistica internazionale del jazz e la sua capacità di promuovere il dialogo fra le culture, di trarre tutti i vantaggi possibili dalla diversità, di aumentare il rispetto per i diritti dell’uomo e di tutte le forme di espressione. La storia del jazz si inserisce nella ricerca della dignità umana, della democrazia e dei diritti civili. I sui ritmi e la sua diversità hanno rafforzato la lotta contro tutte le forme di discriminazione e di razzismo."

 

L’UNESCO ha riconosciuto al jazz il valore di un’importante e storica forma d’arte in quanto:

·  espressione di creatività e diversità,

·  rompe barriere e crea opportunità per la comprensione reciproca e la tolleranza,

·  forma di libertà d’espressione,

·  simboleggia l’unione e la pace,

·  riduce le tensioni fra gli individui, i gruppi e le comunità,

·  promuove l’uguaglianza di genere,

·  rafforza il ruolo che viene giocato dai giovani nella società,

·  promuove l’innovazione artistica, l’improvvisazione e l’integrazione di musiche tradizionali nelle forme musicali moderne,

·  stimola il dialogo interculturale e facilita l’integrazione dei giovani emarginati.

L'Avana è la Capitale Mondiale del Jazz 2017 ed ospiterà, in ogni angolo della città e per tutta la settimana dal 24 al 30 aprile, performance musicali, attività educative sulla storia del jazz, workshop di improvvisazione, jam sessions ed iniziative a favore dell'impegno sociale. Il 30 aprile si terrà un grande concerto al Gran Teatro de La Habana Alicia Alonso che vedrà la partecipazione di più di 50 artisti di fama mondiale, che celebreranno il jazz, forma d'arte internazionale. Sarà possibile seguire il concerto in diretta streaming sul sito dell'UNESCO.

 

Link alla Pagina dedicata sul sito dell'UNESCO

CLICCA QUI per leggere il messaggio della Direttrice Generale dell'UNESCO Irina Bokova

 

Ricerca nell'Archivio Tesi di Laurea









Cerca

Novità

Turismo sostenibile in Piemonte, a partire dai Siti UNESCO ambiente, patrimonio ed economia

Percorso Formativo 2017 2018

Il turismo internazionale “favorisce una migliore comprensione tra i popoli in tutto il mondo; porta ad una maggiore consapevolezza del ricco patrimonio delle varie civiltà e realizza un miglior riconoscimento dei valori insiti nelle diverse culture, contribuendo in questo modo al rafforzamento della Pace nel mondo” (Risoluzione A/RES/70/193 adottata dall’Assemblea Generale il 22/12/2015).

 

Per contribuire alla conoscenza del significato di “turismo sostenibile” e divulgare l’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, il Centro per l’UNESCO propone agli Istituti Scolastici della Regione Piemonte (Scuole Primarie, Scuole Secondarie di I grado, Scuole Secondarie di II grado), il Percorso Formativo 

"Turismo sostenibile in Piemonte, a partire dai Siti UNESCO:  ambiente, patrimonio ed economia". 


Temi di lavoro: 

Ambiente:

  • I luoghi del turismo - itinerari, tutele, accessibilità, a partire dal Piemonte: Siti UNESCO, Riserve della Biosfera e Geoparchi UNESCO ecc.
  • Studio del paesaggio urbano e rurale e loro compatibilità con lo sviluppo sostenibile: recupero zone urbane e rurali per conservare identità, culture, bellezza.

Patrimonio:

  • Patrimonio artistico, culturale ed umano:  conoscere i luoghi, i monumenti, le comunità locali per viaggiare responsabilmente; attraverso la conoscenza di culture antiche e presenti creare opportunità di scambio e dialogo.

Economia:

  • Accoglienza, accessibilità, valorizzazione: ricadute economiche della valorizzazione e adeguamento di servizi e attrezzature con particolare attenzione all’accessibilità per tutti.
  • Rischi e tutele: piani di gestione, possibili danni provocati dal turismo di massa.

 

Tappe del Percorso: 

  • Novembre 2017 Giornata inaugurale
  • Da novembre 2017 a febbraio 2018: quattro incontri formativi, presso il Centro per l’UNESCO di Torino, per insegnanti e genitori delle classi aderenti all’iniziativa
  • Da febbraio ad aprile 2018: lavori nelle classi
  • Maggio 2018: Giornata Conclusiva

 

ISCRIZIONI: l’iscrizione all’iniziativa dovrà pervenire al Centro per l’UNESCO di Torino, entro il 12 ottobre 2017 tramite l’apposito modulo, da inviare via email all’indirizzo info@centrounesco.to.it

 

Per maggiori informazioni, scarica il Percorso Formativo ed il modulo di adesione.

 

BANDO UN CALCIO AL RAZZISMO 2017 2018

5.000 euro PER PROGETTI A FAVORE DELL'INTEGRAZIONE

 

Il Centro per l’UNESCO di Torino bandisce, con il patrocinio e il contributo di Juventus Football Club S.p.A., la VIII edizione del

 

Bando UN CALCIO AL RAZZISMO

 assegnando una borsa di studio ed un contributo liberale dell’importo di 5.000,00 € lordi ciascuno, rispettivamente a: 

 

a) Giovani tra i 18 e i 25 anni, residenti in Italia, di nazionalità italiana o non;

b) Associazioni di volontariato – ONLUS, operanti nella Regione Piemonte e iscritte al Registro Regionale del Volontariato.


I partecipanti dovranno sviluppare e dettagliare un progetto di impiego della somma della borsa di studio e del contributo liberale in palio. Tale progetto deve prevedere azioni concrete volte a favorire l’integrazione ed eliminare la discriminazione etnica. Le attività devono essere svolte entro il primo semestre del 2018.

 

Per i dettagli scarica il bando. 


Per informazioni: info@centrounesco.to.it 011.6936425 

 

 

 


 

Progetto Kenya Mai più senza cibo

Assegnazione borsa di studio a una giovane ricercatrice

Il Centro per l'UNESCO di Torino ha assegnato una borsa di studio a una giovane ricercatrice da inserire nel Progetto Kenya "Mai più senza cibo" di NutriAid.


Siamo felici di contribuire ad un Progetto importante, iniziato nel dicembre 2016 che si concluderà nel dicembre 2017, che intende rafforzare la sicurezza alimentare e nutrizionale nelle zone aride del Kenya settentrionale, nel pieno rispetto degli ideali UNESCO e degli Obiettivi dell'Agenda 2030, in particolare l'Obiettivo n°2 "Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un'agricoltura sostenibile".


CLICCA QUI per maggiori informazioni sul Progetto



 

Alternanza Scuola-Lavoro con il Liceo Monti di Chieri

Si è conclusa con reciproca soddisfazione la prima settimana del Progetto Alternanza Scuola-Lavoro che il Centro per l'UNESCO di Torino realizza con il Liceo "A. Monti" di Chieri.

Sono coinvolti nel Progetto 2 studenti, Antonello e Simone, che hanno terminato la terza liceo scientifico e una studentessa, Giorgia, che ha concluso il terzo anno del liceo linguistico. Questo Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro è articolato in tre periodi di svolgimento: giugno 2017, settembre 2017, giugno 2018.


Durante il periodo di permanenza presso il Centro per l’UNESCO, i ragazzi hanno modo di conoscere i valori cui si ispira il Centro, le sue attività, le caratteristiche dei soggetti ai quali la struttura si rivolge e gli enti con i quali collabora. 

Inoltre, hanno la possibilità di incrementare le sue conoscenze sulla realtà ONU e UNESCO, collaborare con il personale del Centro, svolgere mansioni d’ufficio e comprendere le modalità di organizzazione, pubblicizzazione e comunicazione delle attività del Centro (corsi di formazione, convegni, giornate di studio ecc).  Il tutto all'interno del Campus ONU di Torino, luogo di formazione internazionale unico in Italia, ove decine di migliaia di ospiti, provenienti da ogni angolo del mondo, si recano per soggiorni di studio, scambio o aggiornamento.

 

Durante questo primo periodo, ai ragazzi sono stati proposti incontri di formazione e hanno svolto attività pratiche di realizzazione di e-book a partire dalle pubblicazioni del Centro per l'UNESCO, raccolte nella Collana "Ricerca e Didattica"; ricerca di documenti ONU e UNESCO sull'Agenda 2030 e sullo Sviluppo Sostenibile; raccolta delle principali Dichiarazioni e documenti ONU e UNESCO e traduzione di alcuni documenti.

Il feedback è stato positivo da entrambe le parti, i ragazzi si sono inseriti molto bene nell'ambiente lavorativo e svolto con puntualità le mansioni loro affidate. Arrivederci a settembre!


 

19 giugno Premiazione Bando Un Calcio al Razzismo 2016 e Progetto Gioca con me

Il 19 giugno, presso il Campus ONU di Torino, si è svolta la premiazione del Bando "Un Calcio al Razzismo" 2016/2017 e l'incontro con le famiglie dei bambini 2007 che hanno portato a termine il triennio del Progetto "Gioca con me", programmi realizzati dal Centro per l'UNESCO di Torino con la collaborazione di Juventus FC.

Dragalina Corbati, Moussa Dieng e l’Associazione Manzoni People ONLUS: sono loro i vincitori del settimo bando “Un Calcio al Razzismo”, rivolto ai giovani tra i 18 e i 25 anni, di nazionalità italiana o non, e alle Associazioni di volontariato ONLUS per le loro azioni significative a favore dell’integrazione e contro il razzismo.

Dragalina è stata premiata per il Progetto “Feel the difference”, Moussa per “Afrofoot: Accoglienza, Formazione, Realizzazione, Opportunità nel Football” e infine l’Associazione Manzoni è stata insignita per l’idea del progetto “All for one, one for all”.

 

E' stata l'occasione anche per salutare le famiglie ed i bambini dell'annata 2007 che hanno portato a termine il triennio del Progetto "Gioca con me", iniziativa volta all’integrazione di giovani esposti a situazioni di disagio sociale ed economico, nonché a educare ai valori del rispetto attraverso l’istruzione e lo sport. Fra loro anche la prima bambina che ha concluso il triennio, a dimostrazione del valore universale del calcio e dello sport.

 

E' stato uno splendido pomeriggio di solidarietà, condivisione di idee e progetti in una giornata di lutto cittadino, non è mancato un momento di riflessione e un pensiero per la vittima di Piazza San Carlo.

 

Ovviamente, la giornata di ieri è stata solo un arrivederci: a breve entrambe le iniziative ripartiranno, con il lancio dell’ottava edizione del bando di “Un Calcio al Razzismo” e l’arrivo di una nuova annata per “Gioca con Me”, quella dei nati nel 2010.

 

GALLERY dal sito ufficiale della Juventus.

 

 

PER INFORMAZIONI: Centro per l'UNESCO di Torino 0116936425 info@centrounesco.to.it 

 

Visita al Centro per l'UNESCO degli studenti dell'Istituto Maria Immacolata

 

 

Ieri, 25 maggio, il Centro per l'UNESCO di Torino ha accolto gli studenti e gli insegnanti della classe seconda Liceo dell'Istituto Maria Immacolata di Pinerolo. 

 

 

E' stata loro illustrata la storia del Campus ONU, cui sono seguite le notizie più importanti rispetto all’ONU, all'UNESCO ed alle differenti Agenzie delle Nazioni Unite presenti al Campus: ITC/ILO, UNSSC, UNICRI, SIOI e Centro per l'UNESCO. 

 

Gli studenti hanno poi visitato il Campus ed hanno potuto così respirare l'"aria di internazionalità" che appartiene a questo luogo speciale!

 

 

Grazie a tutti per la partecipazione!