Eventi

24 MAGPresentazione progetto Alternanza Scuola Lavoro Landscapefor

Mercoledì 31 maggio, alle ore 15, presso l'Aula Magna dell'Istituto Avogadro (Corso S. Maurizio, 8 - Torino) si terrà la presentazione del progetto di Alternanza Scuola Lavoro di Landscapefor, associazione che collabora con il Centro per l'UNESCO di Torino e con la Federazione Italiana dei Club e Centri per l'UNESCO (FICLU).

150 studenti raccontano il territorio usando Landscapfor Atlas, uno strumento smart per la scoperta e l'accoglienza.

Per maggiori informazioni: www.landscapefor.eu


16 MAG Il Manifesto di Roma e il futuro dell'Europa

Il giorno 16 maggio 2017, due giovani soci del Centro per l’UNESCO di Torino sono stati incaricati di partecipare al Convegno “Il Manifesto di Roma e il futuro dell'Europa”, organizzato dal Centro Studi sul Federalismo e dal Centro Italo-Tedesco per l'eccellenza Europea - Villa Vigoni. L’incontro, che ha avuto luogo presso l’Archivio di Stato di Torino, è stato Coordinato dal Direttore del Centro Studi sul Federalismo Flavio Brugnoli, e si è svolto come segue:

·      Il Dott. Matteo Scotto ed il Prof. Federico Fabbrini, membri del pool di esperti che si sono occupati della sua redazione, hanno illustrato contenuti e finalità del Manifesto di Roma. Il documento, presentato in occasione del 60° anniversario dei Trattati istitutivi della Comunità europea, è stato realizzato su iniziativa di Villa Vigoni e United Europe.

·      L’Amb. Michele Valensise e l’Amb. Pierre Vimont, basandosi sulla loro decennale esperienza in ambito diplomatico, hanno analizzato l’opportunità politica e l’attuabilità legislativa dell’implementazione di quanto proposto nel Manifesto.

·      Infine, il Sottosegretario agli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale Benedetto Della Vedova ha concluso il convegno con le sue riflessioni sul sentimento politico dominante in Italia ed in Europa rispetto al processo di integrazione politico-economica, evidenziando come il nostro paese possa svolgere un ruolo pivotale di raccordo tra i Paesi europei “centrali” e “periferici”, come tramite di dialogo volto ad un’Unione sempre più forte e coesa.

Il Centro per l’UNESCO di Torino ringrazia dunque gli Enti organizzatori e si complimenta per il livello tecnico e la competenza dei relatori presenti.

30 APRL'attività delle organizzazioni di volontariato è preziosa e benvenuta

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a Bruxelles per il Consiglio europeo straordinario sulla Brexit, commentando le recenti polemiche sulla gestione dei flussi migratori da parte di alcune ONG, ha definito "preziosa e benvenuta l'attività delle organizzazioni di volontariato", sottolineando come "senza il lavoro del volontariato l'Italia sarebbe più povera".

E' un significativo riconoscimento dell'opera svolta, quotidianamente, dai numerosi volontari impegnati in diverse iniziative a favore, in particolare, delle fasce più svantaggiate della società. In questo contesto i Club e Centri per l'UNESCO assumono una valenza di particolare rilievo. Infatti non solo cercano di tradurre sul territorio, attraverso l'Educazione, la Scienza, la Cultura e la Comunicazione, gli ideali di dialogo tra le culture, rispetto dei diritti fondamentali e valorizzazione del patrimonio culturale che sono alla base del messaggio dell'UNESCO, ma agiscono in modo trasversale in molti dei settori tipici del volontariato, valorizzando le potenzialità dei territori, diffondendo i valori e gli ideali dell'UNESCO nelle loro comunità e nelle scuole ed in rete a livello nazionale, europeo e mondiale attraverso la Federazione Italiana (FICLU), Europea (EFUCA) e Mondiale (WFUCA) dei Club e Centri per l'UNESCO.

27 APRSeminario "La protezione dei beni culturali in situazioni di emergenza",

Si segnala il seminario “La protezione dei beni culturali in situazioni di emergenza”, organizzato dal Centro Interateneo di Studi per la Pace, in collaborazione con il Centro Sereno Regis ed il Dipartimento Culture, politica e società dell’Università di Torino.

L’evento avrà luogo l’8 maggio 2017 alle ore 17,00 presso la sala Poli del Centro Studi Sereno Regis, via Garibaldi 13, Torino.

Interverranno:

·      Massimo Carcione (Blue Shield International Network)

·      Andrea Spagnolo (Università di Torino)

·      Zoe Caselli (Project Assistant 2016 to the Head of Culture Unit, Unesco, Phnom Pen)

 

Introduce: Marco Di Giovanni, Università di Torino, Vicedirettore del CISP.

09 APRUn calcio al razzismo anche allo stadio!

Sabato 8 aprile,  "Un calcio al razzismo" è stato dato dai 30 giovani che hanno partecipato alla partita Juventus-Chievo a conclusione della VII edizione del Premio così intitolato.

Il gruppo dei giovani era composto dai vincitori del Bando, che hanno così avuto occasione di incontrarsi e di ribadire il loro impegno, ricordato anche dallo speaker ad inizio partita. 

Ancora complimenti ai vincitori del Bando: Dragalina Gorbati, Moussa Dieng, Associazione Manzoni People, ed un grazie a tutti coloro che hanno partecipato! 

 


UNESCO Network News

05 GIUGiornata Mondiale dell'Ambiente

Dal 1972, il 5 giungo si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente: un’occasione – per tutti e ovunque – di organizzare migliaia di eventi, dalla pulizia dei quartieri al contrasto dei crimini verso la fauna e al ripristino delle foreste.

Quest’anno il tema scelto è “Connettere le persone alla Natura”: un invito incalzante a uscire di casa, immergersi nella natura appezzandone la bellezza e l’importanza, comprendendo che è necessario prendersi cura della Terra che condividiamo.

Dimostrare la connessione con la natura in modi diversi, divertenti e rispettosi, è una sfida che ci permette di riconoscere il carattere vitale e inevitabile che questa relazione possiede.

Per ottenere più informazioni riguardo al World Environment Day 2017, http//:worldenvironmentday.global/ .

#WorldEnvironmentDay#SustainableDevelopment #SDGs #Agenda2030 #ParisAgreement #ClimateChange #ActOnClimate

#WithNature Respira nella bellezza e ricorda che curando il nostro pianeta, ci curiamo anche noi.

 

"Potrebbe sembrare difficile da credere ora, ma, cinquant’anni fa, si pensava che il modo migliore per proteggere la natura fosse allontanare l’uomo da essa…Oggi, sappiamo che non è così. Sappiamo che più è stretto il rapporto tra le persone e il loro ambiente naturale, più esse sono propense ad apprezzare l’importanza della natura e della sua biodiversità, del patrimonio e delle risorse idriche, per il loro benessere e per il futuro del Pianeta [...]

Le Riserve delle Biosfera UNESCO, i Geoparchi Mondiali UNESCO e i luoghi dichiarati Patrimonio Mondiale, che spesso ricoprono superfici strategiche o risorse idriche sotterranee essenziali, riuniscono più di 2000 siti straordinari in tutto il mondo.  Tutti coinvolgono le popolazioni locali e sono aperti al pubblico, perché sappiamo che questa è la via più sicura per favorire uno sviluppo più inclusivo e sostenibile, rispettoso dei confini del pianeta [...]"

Messaggio di Irina Bokova, Direttore Generale dell’UNESCO, in occasione del World Environment Day, 5 giugno 2017

(http://on.unesco.org/2rAHWji)


19 MAGPREMI INTERNAZIONALI UNESCO PER L'ALFABETIZZAZIONE EDIZIONE 2017

Dal 1967, i Premi internazionali UNESCO per l’Alfabetizzazione premiano l’eccellenza e l’innovazione nel campo dell’alfabetizzazione. Sono stati premiati più di 470 progetti e programmi, avviati da governi, organizzazioni non governative e individui, di tutto il mondo. Attraverso questi premi prestigiosi, l’UNESCO ha l’obiettivo di sostenere pratiche di alfabetizzazione efficaci ed incoraggiare la promozione di società alfabetizzate.

Ogni anno, i premi riguardano un tema specifico. Quest’anno il tema sarà “L’alfabetizzazione nell’era digitale”.

L’UNESCO invita le istituzioni governative e non governative e tutti i soggetti attivi nei campi scientifici, artistici, culturali e della comunicazione, dediti alla promozione dell’alfabetizzazione, a partecipare alla candidatura ai Premi internazionali UNESCO per l’Alfabetizzazione 2017.

La scadenza per l’invio delle candidature è il 14 Giugno 2017.

Potrete inviare le vostre candidature alla Segreteria UNESCO dei Premi internazionali dell’Alfabetizzazione (email: literacyprizes@unesco.org).

Per maggiori informazioni http://en.unesco.org/themes/literacy/prizes 

29 APR3 maggio Giornata Mondiale della libertà di stampa

Il 3 maggio di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale della Libertà di stampa: è l'occasione per valutare il grado di libertà di stampa nel mondo, per difendere i media dagli attacchi alla loro indipendenza e per rendere omaggio a quei giornalisti che hanno perso la vita nell'esercizio della loro professione.

Il tema di quest'anno è "Menti critiche per tempi critici: il ruolo dei media nella promozione di società pacifiche, giuste ed inclusive". E' indispensabile rafforzare il giornalismo libero e di qualità per permettere ai media di contribuire efficacemente al raggiungimento dell'Obiettivo n°16 dell'Agenda 2030 (Società pacifiche ed inclusive). Particolare attenzione sarà dedicata ai legami tra libertà di espressione, giustizia per tutti, legalità ed inclusione.

Per celebrare la Giornata, l'UNESCO e Cartooning for Peace, organizzazione internazionale fondata da Kofi Annan, hanno selezionato 15 vignette, realizzate da fumettisti impegnati, in cui si analizza il grado di libertà di stampa e le numerose sfide che i media e i giornalisti si trovano ad affrontare.

 

Link alla pagina dedicata sul sito dell'UNESCO

CLICCA QUI per leggere il messaggio della Direttrice Generale dell'UNESCO Irina Bokova

28 APR30 aprile Giornata Internazionale del Jazz

Il 30 aprile ricorre la sesta Giornata Internazionale del Jazz. Come ci ricorda la Direttrice Generale dell'UNESCO Irina Bokova, "celebriamo la forma artistica internazionale del jazz e la sua capacità di promuovere il dialogo fra le culture, di trarre tutti i vantaggi possibili dalla diversità, di aumentare il rispetto per i diritti dell’uomo e di tutte le forme di espressione. La storia del jazz si inserisce nella ricerca della dignità umana, della democrazia e dei diritti civili. I sui ritmi e la sua diversità hanno rafforzato la lotta contro tutte le forme di discriminazione e di razzismo."

 

L’UNESCO ha riconosciuto al jazz il valore di un’importante e storica forma d’arte in quanto:

·  espressione di creatività e diversità,

·  rompe barriere e crea opportunità per la comprensione reciproca e la tolleranza,

·  forma di libertà d’espressione,

·  simboleggia l’unione e la pace,

·  riduce le tensioni fra gli individui, i gruppi e le comunità,

·  promuove l’uguaglianza di genere,

·  rafforza il ruolo che viene giocato dai giovani nella società,

·  promuove l’innovazione artistica, l’improvvisazione e l’integrazione di musiche tradizionali nelle forme musicali moderne,

·  stimola il dialogo interculturale e facilita l’integrazione dei giovani emarginati.

L'Avana è la Capitale Mondiale del Jazz 2017 ed ospiterà, in ogni angolo della città e per tutta la settimana dal 24 al 30 aprile, performance musicali, attività educative sulla storia del jazz, workshop di improvvisazione, jam sessions ed iniziative a favore dell'impegno sociale. Il 30 aprile si terrà un grande concerto al Gran Teatro de La Habana Alicia Alonso che vedrà la partecipazione di più di 50 artisti di fama mondiale, che celebreranno il jazz, forma d'arte internazionale. Sarà possibile seguire il concerto in diretta streaming sul sito dell'UNESCO.

 

Link alla Pagina dedicata sul sito dell'UNESCO

CLICCA QUI per leggere il messaggio della Direttrice Generale dell'UNESCO Irina Bokova

 

06 APRGiornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e per la Pace

 

Il 6 aprile si celebra la Giornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e per la Pace, voluta dalle Nazioni Unite per contribuire ad accrescere la consapevolezza del ruolo svolto dallo sport nel perseguimento di trasformazioni sociali positive come la promozione di istruzione, salute, sviluppo e pace.

La Direttrice Generale dell'UNESCO Irina Bokovam nel suo messaggio in occasione della Giornata, dice: 

 

"Questa Giornata Internazionale rappresenta l’occasione per agitare al vento la bandiera dello sport, come strumento di sviluppo e di pace [...] Non c’è strumento più potente dello sport, in grado di diffondere i valori che tutti noi condividiamo: la solidarietà, la responsabilità, il rispetto, l’onestà, lo spirito di gruppo, l’uguaglianza, la motivazione o ancora la stima di sé. Lo sport è uno strumento utile per coinvolgere tutti i cittadini, compresi i rifugiati e i migranti, per lottare contro gli stereotipi, e per consolidare le fondamenta della pace [...]  

Così come il mondo è impegnato nella messa in atto dell'Agenda di Sviluppo Sostenibile per il 2030, anche noi dobbiamo fare del nostro meglio, dobbiamo impegnarci per sostenere lo sport e per non lasciare nessuno in disparte. È proprio questo lo spirito che anima la Carta internazionale dell’educazione fisica, dell’attività fisica e dello sport dell’UNESCO che mira a garantire a tutti, donne e uomini senza discriminazione alcuna, il rispetto del diritto fondamentale allo sport [...]"

Traduzione a cura del Centro per l’UNESCO di Torino

Leggi il messaggio completo 

Ricerca nell'Archivio Tesi di Laurea









Cerca

Novità

19 giugno Premiazione Bando Un Calcio al Razzismo 2016 e Progetto Gioca con me

Il 19 giugno, presso il Campus ONU di Torino, si è svolta la premiazione del Bando "Un Calcio al Razzismo" 2016/2017 e l'incontro con le famiglie dei bambini 2007 che hanno portato a termine il triennio del Progetto "Gioca con me", programmi realizzati dal Centro per l'UNESCO di Torino con la collaborazione di Juventus FC.

Dragalina Corbati, Moussa Dieng e l’Associazione Manzoni People ONLUS: sono loro i vincitori del settimo bando “Un Calcio al Razzismo”, rivolto ai giovani tra i 18 e i 25 anni, di nazionalità italiana o non, e alle Associazioni di volontariato ONLUS per le loro azioni significative a favore dell’integrazione e contro il razzismo.

Dragalina è stata premiata per il Progetto “Feel the difference”, Moussa per “Afrofoot: Accoglienza, Formazione, Realizzazione, Opportunità nel Football” e infine l’Associazione Manzoni è stata insignita per l’idea del progetto “All for one, one for all”.

 

E' stata l'occasione anche per salutare le famiglie ed i bambini dell'annata 2007 che hanno portato a termine il triennio del Progetto "Gioca con me", iniziativa volta all’integrazione di giovani esposti a situazioni di disagio sociale ed economico, nonché a educare ai valori del rispetto attraverso l’istruzione e lo sport. Fra loro anche la prima bambina che ha concluso il triennio, a dimostrazione del valore universale del calcio e dello sport.

 

E' stato uno splendido pomeriggio di solidarietà, condivisione di idee e progetti in una giornata di lutto cittadino, non è mancato un momento di riflessione e un pensiero per la vittima di Piazza San Carlo.

 

Ovviamente, la giornata di ieri è stata solo un arrivederci: a breve entrambe le iniziative ripartiranno, con il lancio dell’ottava edizione del bando di “Un Calcio al Razzismo” e l’arrivo di una nuova annata per “Gioca con Me”, quella dei nati nel 2010.

 

GALLERY dal sito ufficiale della Juventus.

 

 

PER INFORMAZIONI: Centro per l'UNESCO di Torino 0116936425 info@centrounesco.to.it 

 

Visita al Centro per l'UNESCO degli studenti dell'Istituto Maria Immacolata

 

 

Ieri, 25 maggio, il Centro per l'UNESCO di Torino ha accolto gli studenti e gli insegnanti della classe seconda Liceo dell'Istituto Maria Immacolata di Pinerolo. 

 

 

E' stata loro illustrata la storia del Campus ONU, cui sono seguite le notizie più importanti rispetto all’ONU, all'UNESCO ed alle differenti Agenzie delle Nazioni Unite presenti al Campus: ITC/ILO, UNSSC, UNICRI, SIOI e Centro per l'UNESCO. 

 

Gli studenti hanno poi visitato il Campus ed hanno potuto così respirare l'"aria di internazionalità" che appartiene a questo luogo speciale!

 

 

Grazie a tutti per la partecipazione!

 

 

 

 

 


 

Oltre il confine, oltre gli ostacoli

L'impegno dell'UNESCO e la nuova Carta Internazionale per l'Educazione Fisica, l'Attività Fisica e lo Sport

 

Giovedì 18 maggio 2017 - ore 19.00-20.00

Sala Argento

Salone Internazionale del Libro

Lingotto Fiere, via Nizza 280 - 10126 Torino.

 

Giovedì 18 maggio 2017 alle 19 è stata presentata la traduzione ufficiale in italiano della “Carta Internazionale per l’Educazione Fisica, l’Attività Fisica e lo Sport” (2015) al Salone internazionale del Libro.

Il Centro per l’UNESCO di Torino ha collaborato alla realizzazione della versione italiana della Carta con la Sezione Sport e Gioventù dell’UNESCO e il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino.

Nel corso dell’incontro, sono stati enunciati il preambolo e gli articoli fondanti la Carta internazionale dello Sport, di fronte a un pubblico molto interessato.

La Carta Internazionale per l’Educazione Fisica, l’Attività Fisica e lo Sport introduce principi universali quali la non-discriminazione e l'inclusione sociale nello sport, la parità di genere attraverso lo sport. Sono stati, inoltre, ricordati i benefici dell'attività fisica, la sostenibilità dello sport, l'inclusione delle persone diversamente abili e la protezione dei minori.

Alla serata di presentazione della Carta sono intervenuti: Maria Paola Azzario (Presidente del Centro per l’UNESCO di Torino), Stefania Cazzoli (Docente dell’Università di Torino, DFE/SUISM; FIE), Barbara Costabello (Responsabile Sezione giovani Centro per l’UNESCO di Torino) e Alberto Martino  (Centro per l’UNESCO).

Grazie per aver condiviso con noi questa esperienza!

CLICCA QUI per vedere altre fotografie.

 

VIENI A TROVARCI ALLO STAND Q04 - PADIGLIONE 3! 

 

 

ESITI Concorso Nazionale FICLU sui Diritti Umani

La Giuria Nazionale, composta dalla Presidente FICLU Maria Paola Azzario, dalla Prof.ssa Maria Torelli (già Ispettrice MIUR) e da rappresentanti del Centro per l'UNESCO di Torino e di Firenze, riunitasi in data 9 maggio 2017, ha deliberato quanto segue:

"Risultano vincitori:

·  per la Scuola Primaria: Rosa Formisano, classe V A, I Circolo Didattico Ercolano “Giulio Rodinò” di Ercolano (NA);

·  per la Scuola Secondaria di I grado: Lorenzo Giovine, classe II D, I.C. Canelli, plesso “C. Gancia” di Canelli (AT);

·  per la Scuola Secondaria di II grado: Antonio Chiarella, Classe V, Liceo delle Scienze Umane, Istituto di Istruzione Superiore “Giovanna De Nobili” di Catanzaro.

Menzioni d’onore sono state assegnate:

·  per la Scuola Primaria a Giulio D'Errico, classe IV B, Scuola Primaria “S. D’Acquisto”, IC 3 Grosseto;

·  per la Scuola Secondaria di I grado ad Andrea Turchetto, classe II A, Scuola Secondaria di I grado Leonardo Da Vinci di Cordenons (PN);

·  per la Scuola Secondaria di II grado a Federica Zambetta, classe I A, Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Cassano delle Murge (BA).

 

La partecipazione quest’anno è stata particolarmente sentita, dal Nord al Sud Italia, forse perchè il tema di quest'anno "1947-2017: 70 anni di impegno dei Club UNESCO nel mondo per la difesa dei Diritti Umani e la valorizzazione del territorio" riguardava proprio il lavoro che i Club UNESCO svolgono nei propri territori, lavoro sempre più prezioso e riconosciuto. Hanno partecipato un totale di 700 allievi provenienti da 12 regioni (Piemonte, Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia)

Un grazie sincero anche a tutti i Club e Centri che hanno saputo diffondere così bene il Bando tra le scuole del territorio e supportare studenti ed insegnanti per arrivare a questo bell’esito nazionale.

La FICLU ha programmato, con il Centro per l’UNESCO di Firenze, le 3 giornate (19-20-21 maggio) che costituiscono il soggiorno-premio per i 3 vincitori e 3 accompagnatori. Tutti i Club e Centri sono invitati a partecipare alla cerimonia di premiazione che si svolgerà nella giornata di sabato 20 maggio, dalle ore 14.00 alle ore 19.00, presso il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università degli Studi di Firenze (Via Laura, 48).

 

Per informazioni e prenotazioni:

- Centro per l’UNESCO di Firenze, email: presidenza@centrounescofi.it

- Presidenza FICLU, email: presidenteFICLU@centrounesco.to.it

 

Link al sito web della FICLU

 

Guarda le foto delle nostre attività già realizzate grazie al tuo sostegno! Visita la nostra pagina FB!

 

2 MAGGIO GIORNATA CONCLUSIVA del Percorso Formativo "Migrazione e Accoglienza"


2 MAGGIO 2017 

GIORNATA CONCLUSIVA del Percorso Formativo

“Migrazione e Accoglienza: Pensare a livello globale per agire a livello locale”

Ore 9.30 - 17.30.

CAMPUS ONU di TORINO - Padiglione Piemonte

 

Martedì 2 MAGGIO gli STUDENTI partecipanti al Percorso Formativo "Migrazione e Accoglienza. Pensare a livello globale per agire a livello locale" - 1900 STUDENTI, di cui 330 stranieri provenienti da 29 Paesi- hanno raccontato ai loro coetanei come hanno deciso di mettere in pratica l’accoglienza e la solidarietà, lavorando durante l’anno scolastico su uno dei tre temi oggetto del Percorso Formativo: 

  • Migrazione: storia e situazione attuale
  • Social media: loro potenzialità e modalità d’uso nelle diverse situazioni
  • Rispetto della persona e dei Diritti Umani 

I lavori presentati sono stati più svariati, tutti allo stesso modo creativi ed interessanti: gli studenti hanno realizzato interviste ad alcuni migranti chiedendo loro notizie sul loro viaggio, su cos'è per loro la "casa" ecc, hanno creato un gioco da tavolo sul tema dei diritti dei bambini ed un gioco per computer nel quale un personaggio deve colpire le parole giuste (integrazione, rispetto..) ed evitare quelle sbagliate (odio, intolleranza..), hanno cucito una grande bandiera su cui compare un grande occhio creato con le impronte digitali degli studenti e di tutti gli abitanti del paese di provenienza della scuola; hanno cantato canti africani e recitato poesie sul tema del viaggio della speranza dei migranti..e molto altro ancora!

E' stata una Giornata ricca di momenti di riflessione e di emozioni continue! 

Durante l’arco della Giornata le autorità e gli esperti che hanno collaborato alla realizzazione del Percorso, sono intervenuti durante tutta la Giornata per una valutazione dei lavori degli studenti (v. programma allegato, per commentare e valutare i lavori degli studenti.

 

Sono intervenuti: RENATO SACCONE Prefetto, Città di Torino, Maria Paola Azzario, Presidente del Centro per l’UNESCO di Torino, Mauro Laus, Presidente Consiglio Regionale per il Piemonte, Presidente Comitato Diritti Umani Consiglio Regionale per il Piemonte, Giovanna Pentenero, Assessore all’Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Regione Piemonte, Monica Cerutti, Assessore alle Politiche giovanili, Immigrazione, Regione Piemonte, Matteo Spicuglia, Giornalista, RAI, Roberta Ricucci, Docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Università di Torino e FIERI, Valerio Airaudo, Assessore alla scuole e cultura, Comune di Barge,  Luigi Buson, Responsabile servizi strutture interne, CIF/OIL, Franco Francavilla, Dirigente Tecnico, Ufficio Scolastico Regionale, Dianella Savoia, Docente di Microbiologia, Università di Torino, Maria Torelli, già Ispettrice MIUR – USR Piemonte.

Una MOSTRA dei lavori ha fatto da cornice all’evento raccogliendo poster, disegni, e altre creazioni realizzate dai giovani partecipanti.    

L’evento è stato trasmesso in diretta live sulla pagina FACEBOOK “Centro per l’UNESCO di Torino”  rivedi gli interventi

v. l’intervista alla Presidente del Centro per l’UNESCO realizzata da GRP