Eventi

15 FEBPREMIO "Luigi Gullino" LA FRUTTICOLTURA SALUZZESE

Segnaliamo con piacere il Premio "Luigi Gullino" La Frutticoltura saluzzese.

Nel centenario della nascita di Luigi Gullino, agronomo e frutticoltore appassionato e in un periodo in cui la comunità saluzzese è impegnata nella preparazione della candidatura della città e delle Alpi a “capitale della cultura 2024,  la Famiglia Gullino  finanzia tre premi destinati a ricerche e studi nel campo della frutticoltura, con particolare riferimento a ricerche, svolte da giovani ricercatori, nel campo della difesa sostenibile dai parassiti e a studi o ricerche, svolte da studenti delle scuole superiori, relativi alla storia della frutticoltura nel saluzzese.

La partecipazione è riservata per la categoria Senior a ricercatori che non abbiano ancora compiuto 30 anni al momento della domanda e per la categoria Junior a studenti delle scuole superiori che abbiano condotto studi e ricerche, anche utilizzando strumenti innovativi, riguardanti la frutticoltura e la sua storia nel territorio saluzzese. Particolare attenzione verrà data ai lavori che sapranno coniugare e rappresentare al meglio la relazione tra Cultura e Frutticoltura, contribuendo così alla candidatura di Saluzzo quale capitale della cultura 2024. Ogni concorrente minorenne deve obbligatoriamente essere rappresentato da un adulto con il ruolo di referente che garantisca l’adesione da parte dei genitori o di chi ne fa le veci per i partecipanti minorenni.

All’interno del presente bando vengono differenziate le seguenti categorie oggetto di premio:

  1. Premio “Senior” per un lavoro di ricerca scientifica
  2. Premio “Junior” per due studi di tipo scolastico-educativo

 

La partecipazione al Premio, libera e gratuita, richiede un’iscrizione preliminare attraverso la compilazione del modulo allegato al Regolamento. Il modulo dovrà pervenire via e-mail all’indirizzo agroinnova@unito.it entro il 31 marzo 2021. All’atto dell’iscrizione di ogni concorrente, verrà data comunicazione via e-mail dell’accettazione della domanda ed assegnerà un codice alfanumerico da riportare sul progetto.

I progetti di approfondimento dovranno essere spediti singolarmente per posta elettronica all’indirizzo agroinnova@unito.it entro e non oltre il 15 maggio 2021.

Info e contatti: https://www.agroinnova.unito.it/it/notizie/premio-luigi-gullino-la-frutticoltura-saluzzese

02 FEBGIORNATE MONDIALI DELLA LINGUA E DELLA CULTURA ELLENICHE 2021

Oltre cento licei e migliaia di ragazzi parteciperanno, da lunedì 8 a mercoledì 10 febbraio, alle Giornate mondiali della lingua e della cultura elleniche, promosse da un gruppo di licei classici e università di Roma e del Lazio, con il coordinamento dell’Associazione Italiana di Cultura Classica (Delegazione “Antico e Moderno”), e il patrocinio dell’Ambasciata Ellenica e della Federazione delle Comunità Elleniche in Italia.

Quest’anno la manifestazione, che si svolgerà sul web, avrà carattere nazionale, con l’intervento della Delegazione AICC di Siracusa e collegamenti da numerosissime regioni. Video, performance e ricerche dei liceali si alterneranno agli interventi di importanti studiosi, sul tema “Che cosa ci hanno lasciato i Greci?”: tra gli altri Luciano CANFORA, Eva CANTARELLA, Marinella LINARDOS, Franco MONTANARI, Nuccio ORDINE, Anna PARISI, Silvia RONCHEY, Cinzia TANI, oltre ai grecisti di tutte le università laziali.

Un respiro europeo assumerà il pomeriggio del 9 febbraio, quando interverranno sul tema “La Grecia alle radici dell’Europa” studiosi di primissimo piano: dalla Germania, Bernhard ZIMMERMANN; dall’Inghilterra, Richard HUNTER; dalla Francia, Claude CALAME; dalla Spagna, José Antonio FERNANRDEZ DELGADO; dalla Grecia, Euripidis GARANTUDIS. Ogni giorno ad arricchire la manifestazione contribuiranno le performance musicali dell’Associazione italo-greca HELLAS, guidata dal Maestro Theo MELISSINOPULOS.

Lunedì 8 mattina saranno premiati i vincitori dell’edizione 2021 del concorso “Ve lo racconto io, il mito!”, riscrittura di un mito greco cui hanno partecipato centinaia di studenti, dalle scuole elementari al liceo: tra i miti più ‘riscritti’, quest’anno, Eracle che sconfigge il covid 19, e Pandora che riesce a tenere chiusi i virus nel suo vaso.

 

L’evento, che sarà possibile seguire in diretta sul canale youtube AICC - Antico e Moderno (https://www.youtube.com/channel/UC-2tFDpwaNmvoxkoxQjiNZQ), si propone di riaffermare l’importanza culturale che la civiltà greca antica gioca, ancora oggi, nell’Europa del terzo millennio, nonché la validità formativa e strategica dell’insegnamento della lingua e della cultura greca nei licei italiani.

 

PAROLE CHIAVE:

GRECO ANTICO – TRADUZIONE – MITO – EUROPA – COVID 19

 

Contatti:

Emanuele Lelli – Cristiano Luciani – 3476557895 - aicc.anticoemoderno@gmail.com

 

15 LUGAnniversario della Torino Declaration

Venerdì 24 luglio alle ore 10.00 si terrà un evento celebrativo, online, per ricordare l''anniversario della Torino Declaration, considerata l'atto fondativo dell'odierno Blue Shield International, approvato al termine del primo "Blue Shield Meeting" (23-24 luglio 2004) organizzato a Torino da ICOM International, con il patrocinio dell'UNESCO, della Regione Piemonte, della Città di Torino e di ICOM Italia.

CLICCA QUI per informazioni sull'evento.

 

15 APRL'ambiente al tempo del Coronavirus

Segnaliamo con piacere la riflessione di Alberto Maffiotti, Direttore dell'Arpa Asti-Alessandria, docente a contratto dell'Università di Torino Dipartimento di Biologia Animale e dell'Uomo, presidente del Club per l'UNESCO di Vignale Monferrato, sull'ambiente e sulla sua qualità al tempo del coronavirus. Un'interessante contributo che offre nuovi spunti di riflessione.

Buona lettura!


CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO

 

Qui sotto la fotografia di un tulipano, scattata da Alberto Maffiotti, che accompagna l'articolo.


17 FEBProtocollo d'intesa con la Società Dante Alighieri - Comitato di Torino

Venerdì 14 febbraio presso la sala conferenze dell'Archivio di Stato di Torino è stato firmato il Protocollo d'intesa tra il Centro per l'UNESCO di Torino e la Società Dante Alighieri - Comitato di Torino.

Nasce così un'importante collaborazione tra le due associazioni, al fine di sviluppare sinergie tra le numerose attività culturali che le due realtà da anni realizzano sul territorio.

UNESCO Network News

07 LUGRapporto Mondiale di Monitoraggio dell'Educazione 2020

Nel suo Rapporto Mondiale 2020, l'UNESCO sottolinea che il 40% dei Paesi più poveri non sono riusciti a supportare i discenti a rischio durante la crisi dovuta al Covid-19 e lancia un appello a favore dell'inclusione nell'educazione.


Meno di un Paese su 10 dispone di leggi che contribuiscano ad assicurare la piena inclusione nell'educazione. Il Rapporto Mondiale UNESCO di Monitoraggio dell'Educazione 2020 "Inclusione ed educazione: tutti significa tutti" presenta un'analisi approfondita dei principali fattori di esclusione nei sistemi educativi del mondo intero, prendendo in esame gli indicatori di origine, identità, capacità.

Il Rapporto evidenzia un'intensificazione dell'esclusione durante la pandemia da Covid-19, stimando che circa il 40% dei Paesi più poveri non hanno sostenuto i discenti più svantaggiati durante la chiusura delle scuole. Il rapporto esorta, pertanto, i Governi a concentrarsi, al momento della riapertura delle scuole, su coloro che sono stati lasciati indietro al fine di rendere le società più resilienti e paritarie.

La Direttrice Generale dell'UNESCO, Audrey Azoulay, ha dichiarato: "Per affrontare le sfide del nostro tempo, è assolutamente necessario evolvere verso un'educazione più inclusiva. Ripensare il futuro dell'educazione è ancora più importante dopo la pandemia che ha aggravato ancora di più e messo in luce le disuguaglianze. Restare inermi comprometterà il progresso delle società".

 

Il Rapporto è disponibile, in inglese,

 CLICCANDO QUI

30 GIURapporto Mondiale 2020 delle Nazioni Unite sullo Sviluppo delle Risorse Idriche

Il Rapporto Mondiale 2020 delle Nazioni Unite sullo Sviluppo delle Risorse Idriche si intitola "Acqua e cambiamenti climatici" ed intende supportare la comunità idrica mondiale ad affrontare le sfide del cambiamento climatico e ad informare sulle opportunità che una migliore gestione delle risorse idriche offre in termini di adattamento e mitigazione.

Le prove scientifiche sono evidenti: il clima sta cambiando e continuerà a farlo, con effetti sulla società soprattutto per quanto riguarda l'acqua. I cambiamenti climatici, infatti, condizioneranno la disponibilità, la qualità e la quantità di risorse idriche per i bisogni umani basilari, minacciando l'effettivo godimento del diritto umano all'acqua ed ai servizi igienici potenzialmente per miliardi di persone. L'alterazione del ciclo dell'acqua presenterà dei rischi per la produzione energetica, la sicurezza alimentare, la salute umana, lo sviluppo economico e la riduzione della povertà, pregiudicando il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030.

Il Rapporto si concentra sulle sfide, sulle opportunità e sulle potenziali risposte al cambiamento climatico in termini di adattamento, mitigazione e migliore resilienza che una gestione ottimizzata delle risorse idriche può generare. Combinare l'adattamento e la mitigazione dei cambiamenti climatici attraverso le risorse idriche è una proposta doppiamente vincente che migliora l'approvvigionamento di acqua e la fornitura di servizi sanitari e contrasta sia le cause sia gli effetti del cambiamento climatico, compresa la riduzione del rischio di calamità.

 

Il Rapporto è disponibile in inglese, francese e spagnolo CLICCANDO QUI.

 

18 MARLibreria Mondiale Digitale UNESCO

In queste giornate di permanenza a casa, segnaliamo la possibilità di consultare la Libreria Mondiale Digitale UNESCO (World Digital Library), realizzata in collaborazione con biblioteche, archivi, musei, istituzioni culturali ed organizzazioni internazionali di tutto il mondo.

Una raccolta unica, ad accesso libero, di libri, documenti, fotografie provenienti da tutte le culture, i cui obiettivi principali sono:

  • promuovere la comprensione internazionale ed interculturale;
  • espandere il numero e la varietà di contenuti culturali disponibili online;
  • fornire risorse per educatori, studiosi ed il pubblico in generale;
  • invitare a ridurre il divario digitale tra i Paesi.

 

https://www.wdl.org/en/

 


16 MARPremio UNESCO Madanjeet Singh per la promozione della tolleranza e della non-violenza

Il Premio UNESCO Madanjeet Singh per la promozione della tolleranza e della non-violenza ricompensa attività significative nel campo scientifico, artistico, culturale o della comunicazione che abbiano come obiettivo la promozione di uno spirito di tolleranza e di non-violenza.

Il Premio è stato istituito nel 1995 in occasione dell'Anno delle Nazioni Unite per la Tolleranza e del 125esimo anniversario della nascita del Mahatma Gandhi. Era anche l'anno in cui gli Stati membri dell'UNESCO hanno adottato la Dichiarazione di principi sulla Tolleranza. La creazione del Premio è stata ispirata dagli ideali dell'Atto Costitutivo dell'UNESCO che proclama che "la pace deve essere costruita sul fondamento della solidarietà intellettuale e morale dell'umanità".

Come riconoscimento dell'impegno di una vita in favore dell'armonia comunitaria e della Pace, il Premio è dedicato a Madanjeet Singh, Ambasciatore di Buona Volontà dell'UNESCO, artista, scrittore e diplomatico indiano.

Scadenza per la presentazione delle candidature: 31 maggio 2020.

 

PER APPROFONDIRE:

- Pagina dedicata sul sito dell'UNESCO con il Bando in inglese e francese

- Traduzione in italiano del Bando a cura del Centro per l'UNESCO di Torino

05 MAREmergenza sanitaria COVID-19

L'UNESCO ha pubblicato il primo report che presenta i dati della chiusura delle scuole, a livello mondiale, dovuta all'emergenza sanitaria del COVID-19. CLICCA QUI per consultare il portale dedicato.

Attualmente sono 290 milioni gli studenti, in 13 Paesi, che non vanno a scuola: un dato senza precedenti. L'UNESCO si sta attivando per fornire supporto immediato ai Paesi coinvolti, proponendo soluzioni per l'apprendimento inclusivo a distanza.

Sull'emergenza del COVID-19 pubblichiamo il contributo della Prof.ssa Dianella Savoia, Coordinatrice del Comitato Scientifico del Centro per l'UNESCO di Torino:

 

Questa emergenza sanitaria per salvaguardare la salute e limitare la diffusione del Coronavirus rappresenta una prova difficile, ma un comportamento univoco e responsabile può aiutare a fronteggiare e risolvere la difficile situazione. Come è stato indicato, misure di “rarefazione sociale” riducono la possibilità di diffusione del virus. Come non bisogna farsi prendere dal panico, così non bisogna sottovalutare e catalogare il problema come importante solo per anziani e malati. E’ un’ epidemia dell’età globale e, come tale, causa restrizioni delle prerogative personali, che dobbiamo accettare con resistenza e resilienza.

Questa patologia, come altre apparse negli ultimi anni, determinate dai virus Ebola, SARS, MERS e Zika, è di origine animale. Il 70% delle malattie infettive emergenti deriva da un’interazione tra animali selvatici e l’uomo. La qualità ambientale, la deforestazione e l’intensificazione degli allevamenti, specialmente in alcune zone, intensificano i rapporti anche con la fauna selvatica, in particolare i pipistrelli della frutta, portatori del virus. Il salto di specie del virus può essere quindi favorito in condizioni di modificazione degli ecosistemi.

In un mondo globalizzato il concetto di salute è quindi decisamente complesso, coinvolgendo la sfera ambientale e sociale.

Forse l’attuale emergenza aiuterà a rivalutare la scienza e darà dei dubbi ai “No vax”!

Ricerca nell'Archivio Tesi di Laurea









Cerca

Novità

Agenda 2030 Obiettivo 5 Parità di genere

Venerdì 5 marzo ore 16:30

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, venerdì 5 marzo, ore 16:30, le giovani generazioni di donne e uomini, da Cerignola a Torino, riflettono sull'Obiettivo 5 dell'Agenda 2030 "Parità di genere".

 

Premiazione regionale IX Concorso Nazionale FICLU per Agire i Diritti Umani

Sabato 27 febbraio 2021, ore 10-12

Sabato 27 febbraio, ore 10-12, presso l’IIS Soleri-Bertoni di Saluzzo (CN) ed in diretta streaming al seguente link https://global.gotomeeting.com/join/199826533 si terrà la premiazione regionale del IX Concorso Nazionale FICLU per Agire i Diritti Umani, a.s. 2019/2020, dal titolo “I Diritti del Fanciullo: 30 anni di storia, quale futuro in Italia e in Europa?”.

PROGRAMMA:

- Saluti istituzionali:

o   Prof.ssa Alessandra Tugnoli, Dirigente Scolastico IIS Soleri-Bertoni, Saluzzo (CN)

o   Prof. Franco Francavilla, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

- Saluti delle autorità

Prof.ssa Maria Paola Azzario, Presidente Centro per l’UNESCO di Torino          

Concorso Nazionale FICLU per Agire i Diritti Umani “I Diritti del Fanciullo: 30 anni di storia, quale futuro in Italia e nel mondo?”, a.s. 2019/2020

 - Dott.ssa Ylenia Serra, Garante Infanzia e Adolescenza del Piemonte

Il ruolo del Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza nella tutela dei diritti dei bambini e dei ragazzi. Focus sul diritto all’ascolto e alla partecipazione delle persone di minore età

Dott.ssa Loredana Cirillo, Centro Minotauro di Milano

Il diritto all’espressione del Sé nell’infanzia e nell’adolescenza

Prof.ssa Nadia Miretto, IIS Soleri-Bertoni, Saluzzo (CN)

Presentazione percorso didattico degli studenti

Proiezione

o Video “I diritti dell'infanzia” (classe V B)

o Video “Mani che diventano carezze” (classe V B)

- Premiazione delle studentesse vincitrici

Lancio X edizione Concorso Nazionale FICLU per Agire i Diritti Umani “Tutti differenti, tutti unici: dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani all’Agenda 2030 ONU”, a.s. 2020/2021.


 

Corso di formazione nell'ambito del Percorso Formativo La Vita sulla Terra 2: acqua, clima, salute, patrimonio

Lunedì 22 febbraio 2021, ore 15-18, in diretta Zoom

Lunedì 22 febbraio 2021, ore 15-18, in diretta Zoom e Facebook, si è tenuto il quinto, ed ultimo, incontro di formazione nell'ambito del Percorso Formativo "La Vita sulla Terra 2: acqua, clima, salute, patrimonio".

 
L'incontro, coordinato da Beppe Rovera, giornalista RAI, ha visto gli interventi di:

 

  • “Una cornice per l'UNESCO” – Alberto Maffiotti, Arpa Alessandria, presidente Club per l’UNESCO di Vignale Monferrato  
  • “Cambiamenti climatici: problematiche e azioni nei contesti urbani e agrari” – Marco Devecchi, Università di Torino, Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari

 

Immagine di Alberto Maffiotti

 

PROSSIME TAPPE DI LAVORO:

  • FEBBRAIO – APRILE 2021

Lavori nelle classi.

I lavori delle classi dovranno essere consegnati al Centro per l’UNESCO di Torino, in forma cartacea o informatica via email all’indirizzo segreteria@centrounesco.to.it , entro e non oltre il 12/04/2021. 

Prodotto finale: relazioni, ricerche, disegni, interviste, power point, fotografie, video ecc. sui temi proposti.

 

  • MAGGIO 2021, Campus ONU di Torino

Giornata Conclusiva di presentazione al pubblico del lavoro delle classi.

 

Per informazioni: segreteria@centrounesco.to.it, 0116965476

 

 

 

X edizione del Concorso Nazionale FICLU per Agire i Diritti Umani

Tutti differenti, tutti unici: dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani all'Agenda 2030 ONU

Segnaliamo la X edizione del Concorso Nazionale per Agire i Diritti Umani, indetto dalla Federazione Italiana delle Associazioni, Club e Centri per l'UNESCO, dal titolo "Tutti differenti, tutti unici: dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani all'Agenda 2030 ONU".

Inoltre, per gli allievi delle Scuole Secondarie di Secondo Grado, alla tematica generale è sottesa anche la seguente tematica specifica: “Agire i diritti umani: 75 anni di storia dal processo di Norimberga all’Agenda 2030” 

A CHI E' RIVOLTO

Allievi delle scuole primarie e secondarie di I e II grado di tutta Italia.

 

Agli allievi è richiesto:

Sezione scuola primaria: produzione individuale o di classe di un elaborato grafico singolo (partecipazione individuale) o sotto forma di album (partecipazione di classe) con libertà di scelta della tecnica da utilizzare, formato cartaceo A3, contenente una descrizione (in formato A4, carattere 12, Times New Roman 1 cartella) ed uno slogan relativo all’argomento oggetto del Concorso per la tematica generale.

Sezione scuola secondaria di primo grado: elaborazione individuale di un racconto di fantasia, esperienza di vita reale, ecc. relativo all’argomento oggetto del Concorso (in formato A4, carattere 12, Times New Roman per un minimo di 3 cartelle) per la tematica generale.

Sezione scuola secondaria di secondo grado: tipologie testuali a scelta del candidato di ordine generale relativo all’argomento oggetto del Concorso (in formato A4, carattere 12, Times New Roman per un minimo di 3 cartelle; è possibile inserire immagini o figure nel testo) per la tematica generale o per quella specifica. 

 

SCADENZA: 19 aprile 2021.

 

ESITI E PREMIAZIONE: la premiazione nazionale avverrà nel mese di giugno 2021. Ai tre vincitori, uno per ordine di scuola, sarà assegnato un tablet da utilizzare per le attività didattiche.

 

BANDO E ALLEGATI: https://www.miur.gov.it/web/guest/-/x-concorso-nazionale-sui-diritti-umani-federazione-italiana-delle-associazioni-club-e-centri-per-l-unesco 

 

Tavola rotonda online FAKE NEWS E BIOETICA, l'azione dell'UNESCO

Giovedì 11 febbraio ore 16,30

L’UNESCO è in prima linea per combattere le fake news. Ben prima dell’emergenza coronavirus, avvertiva la preoccupante diffusione di campagne di disinformazione, dal potenziale pericoloso e pubblicava “Giornalismo, Fake news e Disinformazione”, un manuale per l'educazione e la formazione al giornalismo.

 

Il tema coinvolge il campo della Bioetica, in merito al quale l’UNESCO ha diffuso una fondamentale Dichiarazione ed ha istituito il Comitato Internazionale di Bioetica (IBC) con lo scopo di monitorare e fronteggiare le sfide globali poste dal progresso scientifico nel campo delle scienze naturali alla tutela della dignità umana e delle libertà fondamentali.

 

Il Centro per l'UNESCO di Firenze ed il Centro per l'UNESCO di Torino, in collaborazione con la Federazione Italiana delle Associazioni, Club e Centri per l'UNESCO (FICLU), organizzano la tavola rotonda online "Fake news e bioetica: l'azione dell'UNESCO".

CLICCA QUI per vedere il contributo del Centro per l'UNESCO di Torino per l'evento.

 

Giornata Mondiale della Radio

13 febbraio 2021, decima edizione

Il 13 febbraio si celebra la decima edizione della Giornata Mondiale della Radio, sul tema: "Nuovo Mondo, Nuova Radio".


Oggi la radio ha 110 anni: 110 anni di evoluzione, connessione e innovazione. Quest'anno è anche il decimo anniversario della Giornata Mondiale della Radio, un'occasione unica per ricordare ai vostri ascoltatori che la radio è parte integrante del nostro mondo e si evolve con esso. La radio continua a creare collegamenti, a fornire servizi di collaborazione e ad adattarsi ai nostri stili di vita grazie alle nuove tecnologie (podcast, internet, cuffie wireless).

 

Nel suo messaggio in occasione della Giornata, la Direttrice Generale dell'UNESCO Audrey Azoulay sottolinea:

[…] La pandemia del COVID-19 ci ha ricordato il suo valore aggiunto: con un tasso di diffusione superiore al 75% nei Paesi in via di sviluppo, la radio rimane il mezzo più accessibile.

Ecco perché è stato uno strumento chiave per la nostra azione in risposta alla crisi.

Ha contribuito a salvare vite umane rendendo possibile la divulgazione di disposizioni sanitarie, permettendo l'accesso a informazioni affidabili e combattendo l'incitamento all'odio.

L'UNESCO ha sfruttato il suo potenziale inviando messaggi audio gratuiti in 56 lingue e offrendoli alle stazioni Radio di tutto il mondo per contrastare le notizie false.

La Radio ha anche permesso la continuità della didattica per le popolazioni che potevano essere raggiunte solo con questi mezzi. L'UNESCO, con la Coalizione Mondiale per l’Educazione, ha così realizzato un insegnamento efficace attraverso le trasmissioni radiofoniche. Per esempio, nella Repubblica Democratica del Congo, la nostra Organizzazione ha sviluppato e diffuso contenuti educativi, trasmessi dalle stazioni radio comunitarie, per più di 4 milioni di studenti.

La radio rimane quindi un mezzo essenziale che dimostra quotidianamente la sua resilienza, insieme alla sua capacità d’innovazione.

In questo secolo di immagini, la radio accompagna le nostre mattinate e le nostre serate, e rispecchia i pensieri di un mondo che deve essere ascoltato per essere compreso.

Con lo sviluppo della radio su Internet, dei podcast, degli smartphone e delle nuove tecnologie, sta veramente sbocciando nella sua seconda giovinezza. 

Questa Giornata Mondiale della Radio, con il suo tema "Nuovo Mondo, Nuova Radio", afferma il ruolo centrale della radio, per oggi e per domani, perché, più che mai, abbiamo bisogno di questo mezzo di comunicazione umano universale, portavoce della libertà. Senza la radio, il diritto all'informazione e la libertà di espressione e, con essi, le libertà fondamentali, si indebolirebbero, così come la diversità culturale, poiché le radio comunitarie sono le voci dei “senza voce”. […]

 

Il messaggio completo della Direttrice Generale, tradotto in italiano a cura del Centro per l'UNESCO di Torino, è disponibile CLICCANDO QUI.

 

Per approfondire:

- Link alla pagina dedicata sul sito dell'UNESCOhttps://en.unesco.org/commemorations/worldradioday

- Presentazione della Giornata e 13 idee per celebrarla CLICCA QUI

 

 


 

Terza edizione del Premio Tullia Romagnoli Carettoni

Diritti e culture. L'attività internazionale di Tullia Romagnoli Carettoni

L’Unione femminile nazionale promuove la terza edizione del “Premio Tullia Romagnoli Carettoni”.

Bando di selezione per il conferimento di n. 1 borsa di ricerca.

L’Unione Femminile Nazionale promuove la terza edizione del “Premio Tullia Romagnoli Carettoni” per ricerche inedite sull’attività politica in campo internazionale della Sen. Prof.ssa Tullia Romagnoli Carettoni.

Il bando è rivolto a laureate/i e a ricercatrici e ricercatori di qualunque nazionalità e formazione, di età non superiore ai 40 anni, in possesso di laurea specialistica o dottorato di ricerca.

Le/gli interessate/i al bando devono presentare progetti di ricerca su uno o più aspetti dell’attività politica e culturale in campo internazionale della Sen. Prof.ssa Tullia Carettoni Romagnoli e, in particolare, sui seguenti argomenti:

  • temi di politica estera affrontati durante la sua attività parlamentare in Italia (1963-1979);
  • attività svolta quale parlamentare europea (1971-1976) e (1979-1984);
  • attività svolta come responsabile di istituzioni di prestigio internazionale quali: la Presidenza dell’Istituto Italo Africano negli anni Ottanta e poi dell’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (IsIAO), la Presidenza della Commissione italiana per l’Unesco (1985-2004) e quella del Forum Internazionale delle Donne del Mediterraneo.

 

La borsa di ricerca prevede l’elargizione di un assegno, dell’ammontare complessivo di euro 3.000,00 (tremila,00).

Non è prevista incompatibilità con assegni per attività di ricerca o con incarichi di docente o ricercatore universitario di ruolo. In caso di rapporto di lavoro autonomo o subordinato o parasubordinato, la compatibilità verrà attestata dalla Commissione di valutazione.

La domanda di ammissione al bando (allegato A) dovrà pervenire all’Unione Femminile Nazionale entro il 31 agosto 2021 tramite posta elettronica all’indirizzo e-mail: segreteria@unionefemminile.it . Nell’oggetto andrà indicato: “Bando Premio Carettoni”.

Le/i candidate/i, unitamente alla domanda di ammissione, dovranno inviare in formato pdf

a) un Curriculum Vitae che documenti attività di studio e di ricerca pertinente;
b) un progetto di ricerca (lunghezza massima di 10.000 battute, bibliografia inclusa).
c) ogni altro documento, titolo o pubblicazione, compreso la tesi di laurea o di dottorato, utile alla selezione.

Le candidature saranno selezionate da una Commissione di valutazione nominata dall’Unione Femminile Nazionale composta da cinque membri: tre studiose/i esperte/i, un rappresentante della Unione Femminile Nazionale e un rappresentante della famiglia Carettoni, i cui nominativi saranno pubblicati sul sito dell’Unione Femminile Nazionale dopo la scadenza del bando.

Il giudizio insindacabile della Commissione di valutazione terrà conto, in particolare, dei seguenti criteri:

  • pertinenza rispetto al bando;
  • capacità di valorizzare il fondo Tullia Romagnoli Carettoni, depositato presso l’Unione Femminile Nazionale (https://unionefemminile.it/archivi/fondo-tullia-carettoni-romagnoli/) che raccoglie documentazione inerente all’attività politica, istituzionale e alla sfera personale della senatrice Tullia Romagnoli Carettoni;
  • pertinenza e originalità delle altre fonti utilizzate;
  • originalità e rilevanza nel panorama storiografico.

 

L’esito della selezione sarà comunicato sul sito dell’Unione Femminile Nazionale entro il 30 settembre 2021 e il vincitore o la vincitrice sarà informato/a via e-mail e tramite raccomandata.

Nel termine di dieci giorni dal ricevimento del provvedimento di assegnazione, la persona risultata vincitrice dovrà comunicare tramite e-mail alla Segreteria dell’Unione Femminile Nazionale, a pena di decadenza, di accettare la borsa di ricerca. In caso di rinuncia la borsa sarà assegnata seguendo l’ordine della graduatoria finale di merito.

Il vincitore o la vincitrice, accettando l’incarico, assume l’impegno di consegnare un elaborato finale con i risultati della ricerca, che l’autore/autrice sarà tenuto/a a presentare pubblicamente in occasione della cerimonia di premiazione. Il saggio elaborato dovrà essere inviato alla Segreteria dell’Unione Femminile Nazionale, entro e non oltre nove mesi dalla data di accettazione, in formato PDF tramite posta elettronica all’indirizzo e-mail segreteria@unionefemminile.it

 

La premiazione si terrà nel corso di una cerimonia che si svolgerà a Milano presso la sede dell’Unione Femminile Nazionale entro un mese dalla consegna dell’elaborato.

La borsa di ricerca di euro 3.000,00 (tremila,00) sarà conferita al progetto selezionato in due fasi: la prima somma (euro 1.500,00) in occasione della accettazione della borsa; il saldo (euro 1.500,00) dopo la consegna dell’elaborato finale, in occasione della premiazione.

Il testo della ricerca premiato sarà conservato nell’archivio storico dell’Unione Femminile Nazionale a disposizione per la consultazione. L’Unione Femminile Nazionale si riserva il diritto all’eventuale pubblicazione dell’elaborato, nonché il diritto alla pubblicazione sul proprio sito internet.

 

Allegati

 

 

 

 

Presso il Centro per l'UNESCO di Torino sono disponibili i volumi e le testimonianze del periodo dal 1995 al 2010.

Informazioni e contatti

Segreteria dell’Unione Femminile Nazionale – Corso di Porta Nuova, 32 – 20121 Milano

Tel. 02.6599190

 

Email. segreteria@unionefemminile.it